Proroga al 10 giugno per la scadenza del Modello 730 ai CAF attesa in Gazzetta il 30 maggio, mentre quella per UNICO all’8 luglio è allo studio, sempre a causa delle nuove regole IMU.

Dichiarazioni dei redditi 2013 in scadenza: sia il Modello 730 sia l’UNICO quest’anno sono oggetto di proroga, per effetto delle modifiche dell’ultima ora in tema IMU.

Proroga 730

Secondo anticipazioni di stampa, il Dpcm per il rinvio del 730 al 10 giugno è stato firmato dal ministro dell’Economia Saccomanni e dal premier Letta, ed è atteso in Gazzetta Ufficiale per il 30 maggio, ad appena 24 ore dalla scadenza naturale del 31 maggio.

La novità riguarda dipendenti, assimilati e pensionati che presentano la dichiarazioni al CAF e professionisti abilitati: serve più tempo per rifare le dichiarazioni dei contribuenti che avevano presentato il 730 portando l’IMU in compensazione, non più consigliabile dopo la sospensione della rata di giugno.

Chi ha consegnato al sostituto d’imposta, invece, dovrà ricevere copia della dichiarazione e  prospetto di liquidazione entro il 14 giugno e non più il 31 maggio.

Proroga UNICO 2013

Si valuta di posticipare la presentazione dal 17 giugno all’8 luglio senza maggiorazione, mentre dal 9 luglio al 20 agosto scatterebbe il balzello dello 0,40% (stessa proroga 2012). I commercialisti hanno chiesto lo slittamento di UNICO  lo scorso 24 maggio, per due motivi:

  • ritardo nel rilascio del software Gerico per gli Studi di Settore, l’Agenzia delle Entrate è corsa ai ripari rendendolo disponibile con i modelli definitivi in coincidenza con la scadenza della prima rata IMU del 17 giugno, tributo con quadro applicativo «tutt’altro che chiaro»,«anche per effetto dei recenti provvedimenti modificativi».
  • I commercialisti chiedono pertanto anche una proroga per l’acconto IMU, ma su questo il ministero sembra irremovibile sul termine del 17 giugno.