Fonte: clicca qui

L’INAIL ha predisposto una nuova procedura – con relativi moduli – per la denuncia/comunicazione di infortunio, che, da luglio 2013 dovrà essere obbligatoriamente inoltrata online.

Si tratta dell’adempimento al quale è tenuto il datore di lavoro a tutela dei lavoratori dipendenti o assimilati soggetti all’obbligo assicurativo, in caso di prognosi superiore ai tre giorni (escluso quello dell’evento), indipendentemente dal sussistere o meno dei requisiti per l’indennizzo.

=> Leggi la Guida all’assicurazione INAIL per infortuni sul Lavoro

Il nuovo modello (che si può utilizzare in formato cartaceo fino al 30 giugno 2013): è il4 bis Prest, che sostituisce i precedenti 4 Prest. e 117 Prest (scaricalo qui).

La nuova procedura per l’invio telematico, rivista nei contenuti e nell’interfaccia, è disponibile da febbraio 2013 e diventa obbligatoria  (il nuovo ed unico XML-Schema) dal 20 marzo.

=> Infortuni sul lavoro: scopri i settori a rischio

Il lavoratore è obbligato a dare immediata notizia al datore di lavoro di qualsiasi infortunio gli accada: se non lo fa, e il datore di conseguenza non invia la relativa denuncia, perde il diritto all’indennità per tutti i giorni di ritardo.

I datori di lavoro che effettuano la comunicazione per via telematica sono esentati dall’invio del certificato medico(ma l’INAIL può richiederlo in un secondo momento) ma deve inoltrare la denuncia/comunicazione di infortunio entro due giorni dalla ricezione del certificato medico, alla sede competente INAIL in cui l’infortunato ha il  domicilio.

Il datore di lavoro incorre in sanzioni nel caso di denuncia mancata, tardiva, inesatta oppure incompleta.

Per il settore artigianato, la denuncia va presentata dal titolare o da uno dei titolari dell’impresa. Se l’infortunio riguarda il titolare, l’obbligo di denuncia è assolto con l’invio del certificato medico da parte di un altro titolare o del medico curante, ferma restando la necessità di inoltrare comunque la denuncia/comunicazione per le relative finalità assicurative.

Per gli infortuni dei lavoratori autonomi del settore agricoltura, provvede il lavoratore autonomo sia per sé che per gli appartenenti al nucleo familiare costituenti la forza lavoro.

Non sono previste sanzioni per i lavoratori autonomi dell’artigianato e dell’agricoltura (solo la perdita dell’indennizzo, fino all’inoltro, eventualmente tardivo, della denuncia).

=> Ecco il bando per il premio impresa per la sicurezza sul lavoro 2013

Il materiale per la denuncia/comunicazione telematica attualmente disponibili riguardano i lavoratori di:

  • Industria, Artigianato e Servizi,
  • Pubbliche Amministrazioni titolari di rapporto assicurativo con l’INAIL.

Il servizio non è ancora disponibile per: settore Agricoltura; dipendenti della PA a cui si applica la “gestione per conto” e, pertanto, non intestatarie di alcuna Posizione assicurativa territoriale (PAT); studenti di scuole pubbliche.