Modificati in parte modalità e termini dichiarazione sostitutiva per l’esenzione Canone RAI: ecco cosa cambia nel modulo da compilare per essere esonerati dal pagamento del canone di abbonamento alla televisione per uso privato.

Aggiornata da parte dell’Agenzia delle Entrate la dichiarazione sostitutiva per essere esonerati dal pagamento del canone di abbonamento alla televisione per uso privato, il Canone RAI, aggiornando la spazio per i non appartenenti alla stessa famiglia anagrafica, ampliando così gli eredi del defunto, a cui è intestata l’utenza elettrica.

=> Canone RAI 2016 in bolletta: novità e chiarimenti

Modulo

In particolare, al quadro B del modello, nella sezione “Dichiara”, è aggiunta la seguente nota (4):

“L’erede può compilare questa sezione per dichiarare che il canone è dovuto in relazione all’utenza elettrica intestata a sé stesso o ad altro soggetto, anche se l’intestatario dell’utenza elettrica non fa parte della stessa famiglia anagrafica del deceduto” .

Istruzioni

Di conseguenza alla modifica del modulo di esenzione da compilare per dichiarare il non possesso di un apparecchio televisivo atto alla ricezione delle trasmissioni radiotelevisive, sono state modificate anche le relative istruzioni di compilazione.

=> Canone Speciale RAI, guida completa per imprese

Nel dettaglio, alla pagina 2 delle istruzioni, nella sezione “QUADRO B – Dichiarazione sostitutiva di presenza di altra utenza elettrica per l’addebito del canone vengono inserite le seguenti modifiche:

  • dopo il secondo periodo, è aggiunto il seguente “Nel caso di dichiarazione presentata dall’erede, il titolare dell’utenza elettrica su cui il canone è addebitato può non far parte della stessa famiglia anagrafica del deceduto. È il caso, ad esempio, in cui non ci sono familiari coabitanti del deceduto e l’erede non coabitante è titolare di altra utenza elettrica residenziale su cui è dovuto il canone;
  • dopo il quarto periodo, è aggiunto il seguente “L’erede può compilare questa sezione per dichiarare che il canone è dovuto in relazione all’utenza elettrica intestata a sé stesso o ad altro soggetto, anche se l’intestatario dell’utenza elettrica non fa parte della stessa famiglia anagrafica del deceduto”;
  • al quinto periodo sono soppresse le seguenti parole “del componente della famiglia anagrafica”.

Alla pagina 3 delle istruzioni, nella sezione “Quando va presentata” viene invece aggiunto che la “Dichiarazione di variazione dei presupposti”, che comporta l’addebito del canone, ha effetto dal mese in cui è presentata.